«

»

Stampa Articolo

Ligaoro canario – Gallotia galloti

Gallotia Galloti - Ligaoro canario Gallotia Galloti - Ligaoro canario

Dopo aver fatto la posta per un’ora abbondante a due suoi soci nascosti tra le frasche, senza alcun risultato, ecco che questo Gallotia Galloti (altresì detto: il ligaóro di Tenerife e di La Palma) mi si presenta sornione sopra un muretto. Segue la trascrizione fedele del dialogo scaturitone:

«’Ssa vóllo questo?»
«No, ‘ta chieto!, no te magno mia! A voleva solo farte na foto…».
«Ma… proprio ancò gavevelo da capitarme, sto chive! A no go gnanca finìo de cavarme la pele vecia…».
«Va be istesso, ma sta fermo! Va che bel colore…».
«Eh, ‘ssa creditu? A so mi el paron dela mura! A scòla i me ciamava “Iguana”!»
«Ta fermo ca go da métarte a fuoco».
«Cossa falo?? El se sconde drio un bussolotto!? Sti bipedi i xe senpre pì sèmi».
«Fata! Me spiase, no go portà drio niente da magnare, scusa!»
«Be, ‘lora va in mona. Na volta jera pì chieto chive. Saluti!»

E se ne va…

Permalink link a questo articolo: http://www.giovanniceribella.eu/fuere/?p=1586

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>