«

»

Stampa Articolo

KIOslave audiocd:/

Partiamo dal principio…ipod

Il mio podulo¹ aveva un database delle canzoni che assomigliava a una canzone di Donatella Rettore (vedi a lato). Così ho deciso di fare un bel po’ di pulizia. Seguitemi nella mia avventura e scoprirete, se non lo conoscete già, audiocd:/…

Mentre facevo piazza pulita di pseudocanzoni e cose del genere, con il mio fido, anzi fidissimo lupo da caccia, Amarok, ho trovato nel folto del bosco digisonoro un bellissimo cerbiatto indifeso. Si tratta di una musichetta che ho trovato… 5 anni fa su un sito di libri. Ho incaricato il mio fidissimo lupo di cambiare album a suddetta musichetta… MA… il fidissimo lupo non ha resistito al suo fidissimo istinto da fido predatore e mi ha sbranato Archon of Light Layer (la musichetta: la traduzione sarebbe ‘Arconte degli strati di luce’… :-P). La prima cosa che ho pensato è stato di cercare nello stesso podulo, ma non nel bosco delle canzoni scanzonate, ma nei backup del computer. Risultati: zero. L’unico sistema di recuperare la canzone (il sito ha chiuso anni fa, e sui P2P non esiste), è quindi quello di ritrovare…

IL CD…

 

**IL** CDcioè un IL CD che ho fatto una quella volta in seconda media (contiene 4 canzoni tra le quali 2 me le sono completamente dimenticate…) e che è stato sbattuto in posti di ogni tipo (dalla macchina alla Puglia, passando per la Slovenia, la Germania e la Sicilia). Trovare un simile hallow sarebbe stato un colpo di fortuna colossale. Eppure…

Sapevo com’era fatto IL CD: era il primo cd della TDK che avessi mai avuto. Si trattava di trovare un ago in un… uhm…. fienile? Bene: sappiate i cd sono principalmente in due posti: o in soggiorno o in camera da letto. Cerco in soggiorno (il posto più logico, per una serie di motivi complicati che non vi spiego…) Trovo subito 3 CD che rispondono alle caratteristiche volute: provo con il primo… è un cd di installazione di Gentoo 2006… provo con il secondo… ed ecco la rivelazione…

Mi è apparsa la madonna un’icona che recitava: CD AUDIO. Subito ho pensato al KIOslave audiocd:/, del quale avevo già sentito parlar tanto bene. Apro e scopro con gioia che il cd contiene 4 tracce! È lui, è IL CD! Passato l’entusiasmo ho guardato bene dentro la finestra e… wow!

[Parentesi per coloro che non lo sanno. I KIOslave sono una caratteristica simpatica di KDE e Kubuntu: ecco cosa sono. Immaginate di voler andare nel cestino. Il cestino è una cartella confusionale in ogni sistema: su windows è una cartella nascosta nei meandri cd C:\ e rappresentata dall’icona ‘Cestino’ che vi mostra in maniera fruibile ciò che c’è dentro. I KIOslave fanno più o meno così: ma non si limitano al cestino (per il quale basta digitare nella barra degli indirizzi del file manager trash:/). Infatti c’è un KIOslave per installare software, uno per l’ipod, uno per le reti windows, uno per le informazioni di sistema, uno sui dispositivi attaccati al computer, uno per vedere gli archivi senza scompattarli… e ce ne sono tantissimi, anzi, essendo tutto software open, se ne possono scrivere di nuovi! Per accedere al KIOslave audiocd, basta digitare nella barra degli indirizzi audiocd:/ )

Ecco cosa ho visto (cliccatela per vederla a grandezza normale):

Konqueror

 

I quattro file originari in wav in bella vista di fronte a tutto. Poi, una serie di cartelle che in realtà sul cd non ci sono, ma che KIOslave mi mostra. All’interno di ciascuna ci sono i file originali convertiti automaticamente in CDA (file dei CD musicali), FLAC, MP3 (il formato proprietario più diffuso), OGG Vorbis (il formato libero che pesa anche meno di mp3, ma che nessuno conosce…) Estasiato, entro subito nella cartella Ogg Vorbis, mi prendo il file e me lo copio sul desktop. La copia dura un po’ perchè il file viene convertito effettivamente, non virtualmente, come prima. A compito terminato, apro il file con Amarok: è perfetto. Naturalmente quello str… del podulo riproduce solo gli mp3. Poco male, mi sono preso anche quello in mp3.

Sono stato piacevolmente sorpreso di questa cosa: l’utilizzo per la persona normale sotto questo punto di vista è più semplice che su Windows. Sarebbe bello che un giorno non ci fossero più nè tastiera nè mouse, che il computer fosse un automa intelligente che si diverte ascoltando la musica del suo amico umano. 🙂

¹ Podulo = Ipod nero di Giovanni

P·S: IL CD che, come ormai avrete capito, è una creatura pensante mi ha confidato che vuole salutarvi. Quindi, sappiatelo, IL CD vi saluta…

Permalink link a questo articolo: https://www.giovanniceribella.eu/fuere/?p=41

9 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Giovanni Ceribella

    PS: La foto che vedete è prprio quella de IL CD… mi sono preso la briga di fargliela

  2. V.A.S.

    Compliments… hai totalizzato due punti: uno a favore del “IL CD”, l’altro a favore di linux. Ciao CD!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. IL CD

    Ti ringrazio e ti saluto

  4. V.A.S.

    IL CD mi sa molto da un certo Giovanni Ceribella, che forse, per puro caso, conoscete… ma forse è solo una mia impressione o forse qualcuno ha lasciato acceso Internet con dentro al lettore cd IL CD, chi lo sa…

  5. Ste

    Evviva il Free!

  6. Giovanni Ceribella

    … si ma cosa centra?

  7. 7waterfalls

    che avventure… XD

    devo venire da te uno di questi giorni… per prendere IL CD che però non è IL CD di cui si parla in questo postolone… cavolo, mi tocca ribattezzarlo per non fare confusione.. suggerimenti?

  8. Giovanni Ceribella

    Uhm… il cd in questione è un cd desktop di kubuntu… chiamiamolo cdd, ok?

  9. 7waterfalls

    nooo non è bello… 🙁 troviamo qualcosa di meglio…
    che ne dici di EL SCEEDI(BELA’) ??

Rispondi a 7waterfalls Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>